20 dicembre: Giornata internazionale della solidarietà umana

Il 20 dicembre è la Giornata internazionale della solidarietà umana: scopriamo quando è stata istituita e di cosa si tratta.

Giornata internazionale della solidarietà umana
Il 20 dicembre è la Giornata internazionale della solidarietà umana.

Il periodo natalizio, oltre che cercare di capire quando è il momento giusto per fare l’albero e poi toglierlo, o comprare gli ultimi regali, è un mese costernato anche di eventi di solidarietà. E gli eventi di questo mese, in un certo senso, possono essere raccolti nella giornata del 20 dicembre, che sancisce la Giornata internazionale della solidarietà umana. Ma di cosa si tratta?

20 dicembre è la Giornata internazionale della solidarietà umana: nata nel 2005

La Giornata internazionale della solidarietà umana, è stata istituita nel 2005, dall‘Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la Risoluzione delle Nazioni unite. La mission di questa ricorrenza, che raggiunge la commemorazione il 20 dicembre ma che in sostanza si prodiga per tutto l’anno, è quello di identificare la solidarietà come valori fondamentali e universali. Valori che, dovrebbero essere posti alla base della relazione tra le popolazioni, nazioni e governi. È una vera e propria necessità, come nel 2011 dichiaro il Segretario Generale Ban Ki-Moon, volto al lavoro comune e il fine unico delle nazioni, per un futuro più roseo, prospero e di prospettiva per tutti.

Giornata internazionale della solidarietà umana: la base nella ricerca di soluzioni globali

La solidarietà deve essere alla base nella ricerca di soluzioni globali, mettendo da parte interessi personali e delle nazioni (e quanto è difficile!). Nel piccolo, nella comunità, la solidarietà è tantissima, e potrebbe andare a braccetto con la Giornata mondiale del volontariato. Anche questa giornata capita nel mese di dicembre, e come questa del volontariato, anche quella della solidarietà umana vedrà diverse manifestazioni sparse per tutto il territorio italiano, ma sicuramente di tutto il mondo. È facile infatti vedere nelle piazze e nelle vie, alcune associazioni che si riuniscono per raccogliere materiale ai più bisognosi, pasti caldi, raccolte di spese solidali, da distribuire poi a chi ne ha più bisogno. E ognuno di noi, con piccole azioni, in particolare in questo periodo, può fare la sua piccola parte.

Giornata internazionale della solidarietà umana
Il 20 dicembre è la Giornata internazionale della solidarietà umana.

Leggi anche -> 3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità

Oltre alla raccolta degli alimenti, si sta diffondendo sempre di più anche la cultura del regalo solidale. Inteso come l’acquisto di qualcosa che potrebbe servire a chi ne ha più bisogno. Come dei caldi indumenti, da destinare ai più poveri. Sicuramente il periodo natalizio può incentivare il crescere di queste azioni. Sarebbe meraviglioso che, oltre alle organizzazioni, le onlus e tutte quelle realtà no profit, anche la comunità in maniera genuina, agisse per tutto il periodo dell’anno.

Solidarietà ideologica

Molto spesso puntiamo lo sguardo su ciò che più ci manca. Ad esempio, per acquisti che non riusciamo a fare ma che tutto sommato, ciò che non abbiamo, non è roba che ha tanto valore. Ci sono invece alcune realtà di persone che hanno davvero oggettive difficoltà, e come promuove la Giornata internazionale della solidarietà umana, questo sentimento deve essere alla base per ricercare soluzioni comunitarie.

Giornata internazionale della solidarietà umana
Il 20 dicembre è la Giornata internazionale della solidarietà umana.

Leggi anche -> 1° dicembre, Giornata mondiale contro l’AIDS: le origini

Il fine è quello di garantire un equilibrio sociale, e permettere anche a chi ha di meno, di avere una vita agiata. La solidarietà, oltre che in materia di aiuti e sostegni materiali, si intende anche come solidarietà ideologica.  Ovvero a quelle persone soggette a persecuzioni, stalking, ai femminicidi, discriminazioni razziali, di sesso e territoriali. E attivarsi affinché queste disuguaglianze, che sono purtroppo ancora presenti, si azzerino il più possibile.