Quando fare l’albero di Natale: l’eterna diatriba e la data da calendario

Ci sono diverse scuole di pensiero su quando fare l’albero di Natale: vediamo qual è la data da calendario in cui, per tradizione, andrebbe fatto

Quando fare l’albero di Natale
Qual è la data giusta per fare l’albero di Natale?

È in corso una gran battaglia (figurata, ovviamente) su quando fare l’albero di Natale! Ognuno ha la propria corrente di pensiero e ritiene che sia quella giusta e sacrosanta. D’altra parte, è a gusto personale decidere quando piazzarlo già in casa e quando toglierlo. Eppure, c’è una data convenzionata, per tradizione, che indicherebbe quando iniziare a fare gli addobbi natalizi.

Quando fare l’albero di Natale: la data è l’8 dicembre

C’è chi parte da lontano, e inizia ad allestire casa e l’albero di Natale alla seconda di metà di novembre. Da alcuni è considerato prematuro, mentre per altri, che non sono nei panni di avvolgersi nell’atmosfera natalizia, è il periodo corretto. Altri invece, preferiscono attendere anche la prima decade di dicembre, giudicata decisamente eccessiva per allestire il tutto. O alcuni il primo giorno del mese. Ma in realtà, c’è una data che per tradizione segna l’inizio dell’addobbo natalizio. La data è l’8 dicembre. Per tradizione cattolica ricade in questa data, che è la data dell’Immacolata Concezione, anche rosso e festivo da calendario. E il giorno può variare anche a seconda delle tradizioni locali.

Quando fare l’albero di Natale
Qual è la data giusta per fare l’albero di Natale?

A Milano il 7, a Napoli l’8 dicembre

Per tradizione, a meno di rivoluzionari carbonari dell’albero di Natale, a Bari si prepara il 6 dicembre, giorno di San Nicola, santo patrono di Bari. A Milano, invece, l’albero si prepara il 7 dicembre, festa di Sant’Ambrogio, padrone della città meneghina. A Napoli, patria del presepe, l’albero dovrebbe essere fatto l’8 dicembre. Anzi, addirittura in alcune case partenopee e del sud, resiste ancora soltanto la tradizione di tenere soltanto il presepe raffigurante la natività. Alcuni centri italiani invece, addirittura al 21 dicembre, data sicuramente più pagana, stante a indicare il giorno del solstizio di inverno. Nel mondo invece, le tradizioni come quelle Italiane sono meno osservate. Tendenzialmente si inizia a fine novembre. Si prenda ad esempio in America, le decorazioni iniziano dopo il Giorno del Ringraziamento.

Leggi anche -> Perché ci piace guardare i film a tema Natale?

Quando fare l’albero di Natale
Qual è la data giusta per fare l’albero di Natale?

Leggi anche -> Idee regalo ecosostenibili per un Natale a impatto zero: tutti i consigli

E proprio negli States, l’albero più famoso al mondo, ovvero quello in Rockefeller Center, viene preparato il primo mercoledì dopo il Thanksgiving Day, che ricade quest’anno proprio il 1 di dicembre. Discorso diverso per quando invece andrebbe disfatto. Alcuni subito dopo il 31 dicembre proprio non possono più fare almeno di toglierlo, altri subito dopo l’Epifania. In molte zone invece, resiste fino al giorno della Candelora, che l’anno prossimo ricadrà il giorno 2 febbraio. Sicuramente però, al netto di tutte le tradizioni, la voglia frenetica di respirare aria natalizia, tutti hanno qualcosa in comune: l’albero di Natale, passate le feste, nessuno vuole prendersi l’impegno di toglierlo.