Film: tutto quello che ancora non sappiamo (PARTE QUATTRO)

Concludiamo infine con gli ultimi film: se siete arrivati fin qui, vuol dire che siete dei veri e appassionati cinofili. Ecco però quello che non sappiamo.

Film: tutto quello che ancora non sappiamo (PARTE QUATTRO)

Siamo arrivati alla fine di questo piccolo viaggio diviso in quattro parti: un viaggio attraverso Hollywood, che ha toccato film e pellicole di ogni genere, anno e tipologia. Ma non dimenticate mai che, per quanto siamo appassionati, c’è sempre qualcosa che non sappiamo e che possiamo scoprire.

Film: tutto quello che ancora non sappiamo (PARTE QUATTRO)

The Lion King

Senza dubbio, il re Leone è tra i lungometraggi Disney più amati di sempre, fino a diventare un vero e proprio simbolo iconico della casa di produzione per bambini. Ci sono però delle cose che forse non tutti sappiamo. Innanzitutto, il nome del film d’animazione uscito nel novanta quattro non era “The Lion King” bensì “The king of the Jungle”. Si dovette però cambiare in corso d’opera, perché i creatori e realizzatori si rese conto che i Leoni vivono nella savana, e che quindi il titolo costituiva un grossolano errore. In secondo luogo, vediamo come alcuni passaggi significativi del cartone e delle sue dinamiche sono liberamente ispirate ad alcune aree del distretto di Samburu in Kenya. Un esempio? La famosa Rupe dei Re è in realtà una roccia realmente esistente, nonostante il codirettore del film, Roger Allen, sostenga che sia stato progettato completamente da zero.

Leggi anche –>Prima impressione: cinque errori molto comuni che facciamo tutti

 Harry Potter

Proprio in questi ultimi giorni, i fan di tutto il mondo hanno avuto l’occasione di “tornare” per qualche ora a Hogwarts, grazie allo speciale di Harry Potter. In onore, infatti, del ventesimo anniversario dall’uscita della Pietra Filosofale nei cinema di tutto il mondo, tutto il cast ha deciso di riunirsi. La speranza era quella di rievocare alcuni dei ricordi più significativi di quei magici dieci anni. Ma c’è davvero qualcosa che ancora non sappiamo sulla sempre tanto chiacchierata saga del maghetto che ha sconfitto il Mago Oscuro più potente di tutti i tempi?

Quello che non sappiamo dei film (PARTE SECONDA)

Leggi anche –>Usanze per allontanare gli spettri maligni e gli spiriti

Forse sì, infatti non tutti sanno che il Set di Harry Potter è tra i più grandi mai realizzati nella storia del cinema. La Sala d’ingresso del Ministero della Magia, per esempio, ha richiesto ben venti settimana per la sua realizzazione e costruzione, e avrebbe potuto contenere ben cinquanta autobus a due piani. Così come, continuando, la Sala Grande presentava realmente tutte quelle candele appese “per magia” al soffitto. Peccato che, proprio come rivelato da Daniel Radcliffe (volto del giovane maghetto), una volta tutte le candele siano cadute sui tavoli del set.