La storia di Babbo Natale: come nasce e come è chiamato nel mondo

La storia di Babbo Natale ha molti misteri e leggende: di sicuro ha un punto in comune. Scopriamo come è chiamato nel resto del mondo

La storia di Babbo Natale
La vera storia di Babbo Natale.

Si sta avvicinando la data più amata dell’anno, ovvero il 25 dicembre, e in particolare la sua vigilia, il 24. Date avvolte da magia, mistero ed eccitazione. In particolare per i bambini, a anche i grandi non perdono occasione di trasformarsi in Babbo Natale. Che lo si faccia per gli amici consegnando dei regali, oppure travestendosi per i propri bambini, o nipoti. Ma da dove e a quando risale la storia di Babbo Natale? In tutto il mondo è la stessa figura, o cambia qualcosa? Scopriamolo insieme.

La storia di Babbo Natale: tra verità e leggende

La figura di Babbo Natale è diffusa in tutta la cultura occidentale e anche in alcuni paesi asiatici. È una delle figure più comuni in tutti i paesi del mondo. Proveniente dalla Finlandia o dalla Lapponia, la storia vuole che di Natale, nella notte tra il 24 e 25 dicembre, distribuisca a bordo di una slitta trainata da renne, regali per tutti bambini. Comunemente rappresentato con le sembianze di un uomo di grosso di stazza, barbuto e con la pancia, vestito di rosso e di età attempata. Questa immagine è molto fedele alle sembianze di San Nicola, al quale furono riconosciti diversi miracoli e da allora fu definito il protettore dei bambini. Con il passare degli anni, e dei secoli, l’immagine di Babbo Natale ovviamente è stata anche romanzata, distaccandosi anche da quello che è il senso religioso della festa. Riportato in numerosissimi libri e film cinematografici, la storia vuole che Babbo Natale si cali nella notte dai camini o entri dalle finestre in tutte le case in cui ci sono bambini.

La storia di Babbo Natale
La vera storia di Babbo Natale.

La slitta trainata da renne

La storia vuole anche che Babbo Natale arrivi su di una grossa slitta trainata da renne. Ma tutti sanno quante ne sono, e soprattutto i loro nomi? Le renne sono 8, e tra le più famose Donder e Blitzen, ci sono anche Comet, Dancer, Dasher, Prancer, Vixen e Cupid. Spolverate da una polvere magica prodotte dagli elfi, fidati aiutanti, spiccano il volo in quella che è la notte più magica dell’anno. Ma Babbo Natale, è chiamato così in tutto il mondo?

Leggi anche -> Presepe di Natale: dove e a quando risalgono le sue origini

La storia di Babbo Natale
La vera storia di Babbo Natale.

Leggi anche -> Come preparare perfettamente un regalo di Natale: i consigli

I più famosi sono appunto (in Europa e negli Stati Uniti) Babbo Natale e Santa Claus, nome derivante da Sinterklaas, nome olandese di San Nicola. In alcuni punti di Italia, è proprio chiamato San Nicola. In alcuni paesi, verso l’est Europa, è chiamato Cristo Bambino, o direttamente Gesù. I bambini sono soliti scrivere una letterina con la richiesta dei doni che vorrebbero ricevere, qualche giorno prima della vigilia di Natale. Letterina che, magicamente, sparirà. Oppure, i bambini si siedono sulle ginocchia di Babbo Natale (in alcuni esercizi commerciali) e ne fanno la richiesta direttamente. In molte tradizioni inoltre, si è soliti lasciare anche dolcetti, latte e biscotti, così che Babbo Natale possa consumarli al suo arrivo. Che si sia grandi o piccini, la favola di Babbo Natale non tramonterà mai, ed è bene tramandarla nel corso degli anni.