Misofonia: che cos’è e perché chiunque potrebbe esserne affetto

La misofonia è un disturbo di cui potremmo esserne affetti a nostra insaputa: scopriamo perché e quali sono i sintomi

Misofonia
Cos’è la misofonia?

Spesso sentiamo il susseguirsi di rumori continui, suoni fastidiosi, che ci turbano e ci creano un enorme disagio. Se proviamo queste sensazioni, potremmo essere affetti da misofonia. Nei casi lievi, non è qualcosa di cui preoccuparsi tanto, ma nei casi più gravi bisogna decisamente monitorarla.

Misofonia: uno dei fastidi più comuni è mentre si mangia

Di suo, la misofonia è una forma di tolleranza ridotta dei suoni, in particolare quelli ripetuti più di una volta con cadenza regolare, e che potrebbero legarci a qualcosa di passato. È specifica appunto per un determinato suono, e in molti potremmo avvertire questo fastidio. Pensate ad esempio sentire il suono, o per meglio dire, il rumore di quando qualcuno mangia vicino a noi e compie un suono fastidioso reiterato. Come ad esempio, tirare su il brodo con il cucchiaio, o sentire qualcuno che mastica una gomma da masticare, o un suono perpetuo su di un tavolo. Alcuni addirittura sono infastiditi anche dalla voce di un individuo in particolare.

Misofonia
Cos’è la misofonia?

La memoria seleziona cosa gradisce

È la nostra memoria che immagazzina il suono ed esclude quelli che gradisce o meno. È abbastanza diffusa come “intolleranza”, e una buona percentuale di popolazione potrebbe esserne affetta. I sintomi sono di grande fastidio o disagio, addirittura in alcune forma, genera crisi di panico. Ma le reazioni più comuni sono l’irascibilità, aggressività e irritazione. Alcuni studi porterebbero a pensare che alla base di questo fastidio ci sia una natura neurologica.

Leggi anche -> Come curare l’agorafobia: cos’è e quali sono i metodi per affrontarla

Misofonia
Cos’è la misofonia?

Leggi anche -> Brufoli, gli errori da evitare in caso di acne

Come è possibile superare questa ansia da rumore? Si parla spesso di terapia del suono, esponendo il soggetto al suono di cui prova fastidio, fino a renderlo abitudinario. Però non sono state ancora trovate veri e propri rimedi medici per superarlo. Una soluzione ideale potrebbe essere, se si è in un ufficio o con altra gente, mettere un paio di cuffie e ascoltare radio o musica, per cercare di distogliere i rumori, o mettere le cuffie senza audio, così da concentrarsi e azzerare i rumori di fondo (esistono tipi di cuffie di speciali in commercio). Alcuni addirittura riescono a percepire suoni e rumori fastidiosi anche mentre dormono. Sembra eccessivo, ma siamo comunque tutti d’accordo che un rumore di una persona che ci mangia nelle orecchie è incredibilmente fastidioso. E se ci porta ad irritarci facilmente, pensiamoci bene: potremmo essere “affetti” da misofonia.