Come si comportano i segni con i loro ex – Parte 2

Continuiamo con la seconda parte dello zodiaco: come si comportano gli ultimi sei segni con i loro ex? Scopriamolo.

Come si comportano i segni con i loro ex – Parte 2

Dopo aver visto come si comporta la prima parte dello zodiaco con gli ex, vediamo ora quali sono i comportamenti degli ultimi sei segni: dalla Bilancia fino al Pesci, quali sono i più aperti e recidivi, e quali invece coloro che proprio non vogliono saperne? Continuare a leggere per scoprirlo e, mi raccomando, non perdetevi anche la prima parte.

Come si comportano i segni con i loro ex – Parte 2

Bilancia (23 settembre – 22 ottobre)

Tra tutti i segni, i nati sotto il segno della Bilancia sono tra quelli che più difficilmente accettano la fine di una storia. Per loro troncare o chiudere un rapporto è un vero e proprio fallimento, e proprio per questo difficilmente si rassegnano. Ogni occasione è buona per un secondo tentativo o per riprovarci, e saranno sempre pronti a tornare sui loro passi. Tuttavia, i Bilancia vogliono anche essere riconquistati, perciò difficilmente si butteranno a capofitto in un ritorno di fiamma.

Come si comportano i segni con i loro ex – Parte 2

Scorpione (dal 23 ottobre al 22 novembre)

I nati sotto il segno dello Scorpione, tra i segni, sono senza dubbio i più orgogliosi e vendicati. Sebbene mantengano una corazza di freddezza e distacco con chiunque li circondi, e soprattutto con i loro ex, la vendetta è un’arma che va servita fredda. Ritornare insieme? Impossibile, ma di certo non esiteranno davanti la possibilità di farvela pagare per un torto passato o un cuore spezzato. Attenti a volerci riprovare con uno Scorpione, potrebbe non essere la decisione più saggia e salutare per voi.

Sagittario (22 novembre – 21 dicembre)

I nati sotto il segno del Sagittario sono volubili, avventurosi e soprattutto seguono il corso degli eventi. Tra tutti i segni, solo tra quello che meno si fanno domande o impongono limiti: non amano privarsi di possibilità od occasioni che potrebbero invece avere dei risolti inaspettati e positivi. Proprio per questo, e in particolar modo tenendo conto della loro solita tendenza a cambiare idea velocemente, non è difficile vederli in un ritorno di fiamma con un ex. 

Capricorno (22 Dicembre – 20 Gennaio)

Di segni che portano rabbia e rancore ne abbiamo? Se sì, i nati sotto il segno del Capricorno detengono senza dubbio il primato tra colori che proprio non riescono a passare oltre i torti subiti. Cuore freddo, mente impenetrabile e personalità rigorosa: una volta che li fate soffrire, per loro siete un capitolo più che archiviato. Se possibile, cercheranno addirittura di dimenticare il vostro nome ed esistenza dai loro ricordi. Nella loro vita infatti non c’è posto per drammi o ripensamenti: voltano pagina con una facilità impressionante.

Leggi anche –> Oggi, 18 Novembre, compie gli anni Owen Wilson: la carriera

Acquario (22 gennaio – 19 febbraio)

I nati sotto il segno dell’Acquario sono i tipici amiconi di turno. Sono di quei segni che difficilmente riescono a mettere un punto fermo e deciso alle loro storie e, per non doverlo fare, preferiscono mantenere rapporti di amicizia. Che questo sia controproducente o meno per la loro persona a loro non importa, sul momento è di certo molo più facile che troncare in modo brusco e definitivo. Agli Acquario, infatti, i cambiamenti improvvisi proprio non vanno già, e hanno piuttosto bisogno di un qualcosa di graduale e a cui possono abituarsi con calma. Senza contare che un ex può sempre tornare utile.

Come si comportano i segni con i loro ex – Parte 2

Leggi anche –> Stelle comete, storia e perché esaudiscono desideri

Pesci (20 febbraio – 20 marzo)

Concludiamo infine con l’ultimo dei segni dello zodiaco: i nati sotto il segno dei Pesci sono degli eterni melodrammatici. Amano e vivono nella speranza di potersi crogiolare nelle loro sofferenze, parlando addirittura di un futuro distopico in cui non incontreranno mai più l’amore. Ritornare con un ex? Dopotutto, ogni occasione è buona per aumentare il livello di disagio e sofferenza a cui vogliono sottoporti, per cui perché no. Ma attenti a non tirare troppo la corda con loro, una volta spezzata in modo definitivo, difficilmente torneranno a guardavi in faccia.