Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Scrivere un libro e decidere di pubblicarlo non è facile né immediato come si può pensare. Ecco gli errori da evitare.

Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Molte volte, quando si decide di scrivere un libro, si tende a prendere questa scelta molto sottogamba. In realtà, sebbene potremmo essere molto portati per la scrittura e il racconto, ci sono degli errori molto comuni che si verificano negli scrittori esordienti – ma non solo! Ecco quindi quali sono gli errori principali da evitare per scrivere una buona storia che possa appassionare il lettore, e perché non vanno bene.

Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Il primo errore che molti compiono è quello di lanciarsi nella scrittura di un libro senza prima essersi documentati a dovere. Qualsiasi sia il tempo e l’ambientazione della vostra storia, infatti, tutto necessità di un minimo di informazioni. I motivi, alla base, sono due: il primo è che così eviterete di avere problemi più avanti o difficoltà nel descrivere determinate cose. Il secondo è che potreste incorrere in buchi di trama spiacevoli senza neanche rendervene conto. L’informazioni è situata alle fondamenta di un buon libro.

Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Un altro errore in cui molti incappano nella stesura di un libro è l’originalità, che infatti può rappresentare un’arma a doppio taglio. Da un lato, infatti, si può rischiare di cadere fin troppo velocemente nei soliti clichè, rendendo sempre più bassa così la soglia di attenzione e curiosità del lettore. Dall’altro, però, una ricerca quasi ossessiva dell’originale per distanziarsi dalla massa può comunque essere nocivo per il vostro libro. Non cercare di snaturare i vostri personaggi o la trama del libro solo per fare un qualcosa di mai visto e mai letto. Il bello di una storia è che, senza che ve ne rendiate conto, si scriverà da sola. Un po’ come se fosse davvero i personaggi ad agire e non voi a decidere per loro. 

Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Un altro errore che compiono molto spesso gli scrittore è quello di considerare ogni virgolare come importante e fondamentale per l’andamento della narrazione. Scrivere, lo sappiamo, vuol dire mettere un po’ di se stessi su carta e cercare di dargli vita, ma non sempre possiamo permetterci il lusso di dilungarci a oltranza. Molte volte, infatti, dobbiamo scendere a compromessi con quello che dobbiamo raccontare, e accettare tagli e riassunti lì dove necessario per non appesantire le pagine. Infine, ci sono altri due errori molto comuni che si verificano quando si decide di scrivere un libro. Il primo è quello di usare ripetizioni e un lessico eccessivamente scarno: sebbene nessuno si aspetta da voi lo stesso italiano di Dante nella Divina Commedia, cercate comunque di non risultare ridondanti.

Usate sinonimi, contrari e variate. Il secondo e ultimo errore è quello dell’immedesimazione: ricordate che i personaggi devono risultare più reale e vivi che mai, date un senso e una cognizione di causa alle loro parole e azioni. E chiedetevi sempre: “Questo potrebbe mai succedere nella vita reale?”.

Leggi anche –> I segni zodiacali più capricciosi: scopri se il tuo è sul podio

Quali gli errori da evitare se si vuole scrivere un libro

Leggi anche –> Ritrovare la dignità: cosa fare quando si pensa di averla smarrita

Infine ci sono degli errori da evitare anche in merito alla pubblicazione del proprio libro. Innanzitutto, evitate di inviare il vostro manoscritto a tappeto, ma informatevi e documentatevi sulle case editrici che contattate. Siate sicuri di poter trovare un piccolo spazio nei loro lavori e, soprattutto, siate a conoscenza del target e genere delle loro collane. In secondo luogo, scoprirete ben presto che per fare un buon libro non bisogna solo saper scrivere, ma anche curare l’editing. Si tratta, in poche parole, della correzione dello stile, dell’impaginazione, degli errori, sviste e buchi di trama. Cercate, quindi, di accogliere sempre con piacere e in modo aperto consigli e suggerimenti del vostro editor. Ma soprattutto, gli ultimi due errori da non fare: non sottovalutate per nessun motivo al mondo la copertina e cercate di ricordarvi di essere lettori prima di scrittori, perciò immedesimatevi in chi leggerà le vostre parole.