Ceretta fai da te, i consigli per un buon lavoro

Quante volte avete pensato di fare una ceretta fai da te, in casa e sicuramente più economica? E’ il momento di farlo: ecco i consigli.

Ceretta fai da te, i consigli per un buon lavoro

Come primo consiglio che ci sentiamo di dare, è quello di essere sicuri di aver acquistato i prodotti migliori per poter procedere alla vostra ceretta fai-da-te: ci sono casi e ambiti della nostra vita in cui non sempre il risparmio è la scelta migliore, e la cura della pelle – del viso e del corpo – è sicuramente uno di questi. Non abbiate paura di spendere più del previsto, se volete un prodotto realmente efficiente e che non faccia più danni che altro.

Ceretta fai da te, i consigli per un buon lavoro

Dopo esservi assicurati di aver acquistato dei prodotti idoneo per la vostra ceretta, passate in esamine i peli che avete intenzione di eliminare: la lunghezza, nella riuscita di un buon lavoro, è fondamentale.

Ceretta fai da te, i consigli per un buon lavoro

Per ottenere, quindi, una pelle non irritata, priva di macchie e soprattutto omogenea, la lunghezza del pelo deve essere quella opportuna: ovvero, solitamente, pari a un quarto della lunghezza del pollice. Prima, però, è opportuno specificare una massima che molto spesso molti ignorano: evitate con cura e meticolosità la ceretta durante il periodo del ciclo. Non solo sarà inutile, perché i peli ricresceranno con maggiore velocità , ma sarà anche molto più dolorosa: la vostra soglia del dolore, in questo periodo del mese, è infatti molto abbassata.

Leggi anche –> Vergine ascendente Ariete: quando la razionalità incontra l’istinto

Altro consiglio che ci sentiamo di darvi per una ceretta al limite del dolore e con un’ottima riuscita, è quello di effettuare un buono scrub esfoliante il giorno prima. Questo potrebbe essere l’ideale per rendere il pelo più facile da strappare e diminuire il dolore. Ma, soprattutto: cercate di non far passare troppo tempo tra una ceretta e un’altra. Non solo vi disabituerete al dolore, rendendo così ogni seduta sempre più dolorosa, ma darete l’agio e il tempo ai peli di crescere e diventare più forti. In particolare, per evitare quest’ultima condizione, non dovete mai – e sottolineiamo mai – operare una ceretta con il rasoio: così facendo tagliere il pelo, invece di strapparlo dalla radice e non farete altro che rinforzarlo. State anche bene attenti a che la cera non sia ne troppo calda né troppo fredda: in entrambi i casi, l’effetto ottenuto potrebbe non essere quello desiderato.

Ceretta fai da te, i consigli per un buon lavoro

Leggi anche –> Segno zodiacale dei Gemelli: tra intuizione e dinamicità

Ultimi due consigli che ci sentiamo di darvi. Il primo è quello di essere sicuri di ciò che fate: non tentennate, non siate indecisi né delicati nel movimento. Di solito, una ceretta fai da te è molto più complessa perché prevede il nostro contributo attivo, e quindi richiede molto sangue freddo nell’operare uno strappo deciso. Ebbene, fate un bel sospiro di sollievo e siate decisi: o finirete per irritare la pelle interessata. Infine, una volta svolta la ceretta ed esservi assicurati di aver concluso il lavoro, lavate bene la parte interessata e idratatela per bene: che sia borotalco, oli o creme specifiche, date sollievo alla vostra pelle.