Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

Oggi, 26 Dicembre, compie gli anni uno degli artisti più versatili e apprezzati nel panorama attuale di Hollywood: scopriamo di più.

Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

Con ben vent’otto anni di carriera e trentuno film, Jared Leto compie oggi ben cinquanta anni. Nato il ventisei dicembre del settantuno è, ad oggi, tra gli attori e anche artisti più versatili e amati di tutto il panorama hollywodiano. Proprio nel corso di questi decenni, inoltre, è stato anche lodato non solo per le sue doti artistiche e recitati. Insieme a George Clooeny e Brad Pitt, infatti, è stato nominati tra gli attori più affascinanti di tutto Hollywood. Inoltre, ha dato modo di parlare di sé anche per il gossip che lo ha visto protagonista nel corso degli anni. Un esempio? La sua storia con Cameron Diaz è stata tra le più invidiate, ma anche tra le più chiacchiera dalle generazioni attuali. Ma non finisce certo qui: Leto è infatti tra i più prolifi e richiesti dello spettacolo. Ma vediamo più nel dettaglio la sua vita e carriera.

Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

La passione di Jared Leto per il mondo dello spettacolo e della recitazione non è immediato. Infatti, in gioventù avrebbe voluto fare ben altro: pratica, da sempre, numerosi sport. Dall’escursionismo fino allo snowboard, è senza dubbio un giovane dinamico e pronto a tutto. Inoltre, ricordiamo anche in lui un passato da musicista: fonda, infatti, una band (I thirty second to marts) insieme al fratello e due amici. Insomma, tra musica, sport e molto altro, il sogno dell’attore era quello di diventare un pittore. Come ben sappiamo, però, le cose non andranno esattamente come previsto. E per fortuna, ci sentiremmo di aggiungere.

Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

Per il suo esordio nel mondo dello spettacolo dobbiamo aspettare il mille novecento novantasei. Prima, però, lo vediamo diplomarsi a una scuola di specializzazione e interpretare il suo primo cortometraggio, ovvero “Crying Boy”. E il successo come arriva? Inizia tutto con delle piccole e brevi apparizioni televisive fino a quando non fa il boom al fianco di Winona Ryder. In “Gli anni dei ricordi”, infatti, possiamo infatti vedere l’esordio di Jared Leto. Ma non finisce qui: la carriera dell’attore è infatti costellata di numerose collaborazioni importanti e significative, sia con attori che con registi. Ricordiamo ad esempio David Fincher, regista di Fight Club che lo ha voluto nella pellicola, o ancora (per l’appunto) Brad Pitt e Edward Norton. Ricordiamo però anche Jodie Foster in “Panic Room” nel duemila due.

Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

Significativa è la sua interpretazione in “Dallas Buyers Club”, in cui veste i panni del transessuale Ryan e che gli vale un Golden Globe e un oscar come Miglior Attore non protagonista. Oltre al gossip, la musica e le capacità recitative, però si è spesso parlare di Jared Leto anche in relazione ha un incidente che lo ha visto coinvolto. Lo stesso attore, infatti, ha confessato l’esistenza di un periodo particolare della sua vita in cui si è trovato a un bivio: da un lato la strada dell’artista, dall’altro quello dello spacciatore. Durante l’adolescenza, infatti, ha fatto spesso uso di droghe ed era anche coinvolto in movimenti di spaccio.

Leggi anche –> Vip e superstizioni: le abitudini più assurde (PARTE PRIMA)

Compie gli anni Jared Leto: “Morto oppure in galera”

Leggi anche –> I vip più superstiziosi: alcune stranezze stellari (PARTE SECONDA)

Questo fino a quando non è accaduto il tragico incidente, che gli ha dato un grande scossone e lo ha indirizzato verso la strada giusta. A sedici anni, più o meno, Jared Leto si è trovato con ben una pistola e una buona quantità di cocaina in mano. Lui stesso parla di questo periodo come una fase di svolta che gli ha permesso di arrivare dov’è adesso. E’ stato questo momento specifico, infatti, che ha capito che le cose non stavano andando come avrebbe dovuto, che non era chi avrebbe voluto essere e che quindi ha cominciato a farsi un esame di coscienza.