Punti deboli sul lavoro: come trasformali in leve su cui far forza

Quali sono i punti deboli sul lavoro e come è possibile trasformarli in possibili punti di forza, da utilizzare a nostro favore?

Punti deboli sul lavoro
Quali sono i punti deboli sul lavoro da sfruttare a nostro favore?

Il mondo del lavoro è un mondo molto particolare e spesso delicato. Bisogna stare sempre sugli attenti, e cercare di essere all’altezza delle aspettative, oltre che delle situazioni che possono presentarsi. Ma quali possono essere i nostri punti deboli sul lavoro, e capire come poterli trasformare in qualcosa da utilizzare in maniera positiva? Sembrano aspetti banali e normali, ma sono tutt’altro che così. È proprio da qualche nostro difetto, che si può trarre il buono sul nostro posto di lavoro, che magari avevamo ignorato in passato.

Punti deboli sul lavoro: infondere fiducia

Al di la di ogni tipo di competenza, che per ogni mansione specifica bisogna averla, un primo punto debole che balza subito all’occhio è la mancanza di fiducia. Ma come può trasparire agli altri? La risposta è semplice: ci si accorge della mancanza di fiducia in sé stessi quando forniamo informazioni oppure tocca a noi esporre, e risultiamo indecisi in quello che diciamo, nonostante possiamo essere preparati. Già il nostro tono di voce inizia a far capire che non siamo proprio convinti del modo in cui esponiamo le cose. Paradossalmente, anche quando le informazioni che forniamo o quando le mostriamo, nonostante non siano certe, se abbiamo un modo convincente di trasmetterle, ci fa apparire come in pieno controllo delle cose. E questo, gli altri, lo notano.

Punti deboli sul lavoro
Quali sono i punti deboli sul lavoro da sfruttare a nostro favore?

La disorganizzazione

Un altro punto debole è essere disorganizzati. Non avere le info dettagliate, a portata di mano, o gli strumenti di cui abbiamo bisogno, e continuare ogni volta a cercare e ricercare, è un enorme punto debole. E soprattutto ci fa apparire come dei superficiali. Essere organizzati, è un enorme punto di fiducia nei confronti dei colleghi e dei responsabili, ed è bene mettersi in riga e trasformare questa lacuna a nostro favore. Anche però essere dei perfezionisti, può ritorcersi contro. Possiamo apparire come persone anche altezzose, la ricerca della perfezione è si un punto positivo, ma l’eccesso, come in ogni cosa, non è un buon aspetto.

Leggi anche -> In che modo concentrarsi sul lavoro se si sta passando un brutto periodo

Punti deboli sul lavoro
Quali sono i punti deboli sul lavoro da sfruttare a nostro favore?

Leggi anche -> Come affrontare un colloquio di lavoro: consigli per fare buona impressione

Non rimandate! Non rimandate cose che potete gestire nel momento in cui si presentano, anche se sembrano semplici. Infatti, rischia di accumularsi il lavoro e essere travolti poi dall’enorme mole di cose da fare. Quindi, se potete, non procrastinate. Gestite le cose nel momento in cui vi si presentano, e rischieremmo di essere sommersi da post it di cose da fare. Un ottimo punto da cui prendere forza è proprio in un nostro limite: l’insicurezza. Essere insicuri deve indurci alla capacità di essere in grado di domandare aiuto. Chiedere aiuto, non è un punto debole, anzi, è una grande prova di maturità e capacità di lavorare in sintonia con altri colleghi. Fare una buona autocritica, aiuta a capire quali sono i nostri limiti, affrontarli e superarli. E chiedere l’ausilio di qualcuno più esperto, o qualcuno che da fuori riesca a farci un’analisi sopra le righe, è un punto di forza da cavalcare.