Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

Quante volte ci è capitato di sentirci tristi e giù di morale? Ecco alcuni consigli per come fare a riprendersi e rimettersi in carreggiata. 

Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

A ognuno di noi è capitato, almeno una volta, di sentirci giù di morale: tristi per qualcosa che neanche noi eravamo sicuri di saper o poter identificare, ma che ci aveva moralmente ed emotivamente abbattuti. Inutile nascondersi dietro un dito o provare imbarazzo, perché in realtà si tratta di una sensazione molto diffusa: molto più semplicemente, non sempre le persone sono disposte a parlarne o ammetterlo ad alta voce. Però, con un po’ di attenzione, potreste scoprire che molte delle persone che vi circondano hanno i vostri stessi problemi e stati d’animo. Essere giù di morale non è una debolezza, anzi! Ma bisogna capirlo, riconoscerlo e trovare il modo di uscire da questo tunnel di demoni personali. Ecco alcuni dei nostri consigli. 

Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

La prima cosa da fare quando si è giù di morale è ammetterlo. Capire, prima di tutto, che quello che si sta vivendo non è un problema, né un difetto o una debolezza: ma si tratta, piuttosto, di una condizione molto più comune di quanto siamo portati a fare. Per cui, se avete per davvero voglia di uscire da questo tunnel di demoni dovete ammetterlo: a voi stessi, ad alta voce prima di tutto. Mettetevi davanti uno specchio, guardatevi dritto negli occhi e trovare il coraggio di cui avete bisogno per ammettere di star vivendo un periodo particolare: solo così facendo troverete anche la forza di rialzarvi.

Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

Dopo aver ammesso almeno con voi stessi di avere qualche piccolo problema o difficoltà che non riuscite a superare, dovete cominciare a essere obiettivi e realisti. Sentirci giù di morale, infatti, ci porta spesso a credere di essere gli unici a provare determinate emozioni o vivere situazioni particolari. O ancora a vedere tutto più nero e insormontabile di quanto in realtà sia. Per cui, dovete cercare di uscire fuori da questa bolla che ingigantisce il tutto, e cercare di vedere la vostra vita con un occhio più critico: non siete di certo i primi né i soli a vivere un periodo di tristezza e, soprattutto, le cose non sono così catastrofiche come vi ostinate a credere. Cominciate, invece, a vedere il famoso bicchiere mezzo pieno e non vuoto, così che passo dopo passo riuscirete a migliorare la vostra stessa percezione.

Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

Leggi anche –> App per incontri: come funzionano e le migliori

Altro passaggio per superare un periodo un po’ giù è quello di provare a risalire alle cause del vostro malessere: se vi sentite così giù di morale, infatti, un motivo dovrà pur essere. Cercate quindi di studiarlo, capirlo e in un secondo momento affrontarlo. Se non sapete, infatti, contro cosa dovrete combattere, sarà ancora più difficile uscirne fuori e lasciarsi questo capitolo della vita alle spalle. Inoltre: non abbiate paura di parlare con altre persone. Prima abbiamo detto che un passo iniziale per superare questa fase è ammettere a se stessi che qualcosa non va, il secondo però è senza dubbio ammetterlo anche alle persone che ci amano e ci stanno vicende. Non dobbiamo avere paura o preoccupazioni nel parlare con altri, perché potremmo scoprire che buttare fuori i problemi è molto utile per farci sentire più leggeri. 

Sei giù di morale? Ecco come fare per riprenderti

Leggi anche –> Stasera, Venerdì 19 Novembre, cosa guardare in tv

Infine, non abbiate paura di prendervi del tempo. Ognuno di noi, nella vita, segue le sue personali tempistiche e ritmi: che sia per uno studio, una laurea, una professione o un periodo emotivamente instabile, non tutti seguono delle fasi che si potrebbero definire standard. Quindi, a ognuno i suoi tempi e soprattutto senza avere una fretta eccessiva. Gli ultimi due consigli, fondamentali se si vuole ricominciare a rimettersi in piedi: cominciate a chiedervi cosa di buono potete prendere da questa situazioni. Quali insegnamenti carpire e quali valori avete appreso: cosa insomma, di questo periodo così no, si potrebbe trasformare in un si nel futuro. E per ultimo: iniziate a capire che nessuno di voi, e quindi neanche voi, è infallibile. Sbagliare ci è concesso, cadere qualche volta un nostro diritto: bisogna solo avere poi la forza di rialzarsi.