Giornata Internazionale dell’uomo: ricade il 19 novembre

Il 19 novembre si celebra la Giornata Internazionale dell’uomo: scopriamo le origini di questo evento che in pochi conoscono

Giornata Internazionale dell'uomo
Il 19 novembre è la Giornata Internazionale degli uomini

Così come l’8 marzo, come è noto a tutti, esiste la Giornata Internazionale della donna, oggi 19 novembre, si celebra la Giornata Internazionale dell’uomo. Contrariamente a quella di marzo però, questa festività è molto meno nota, sconosciuta quasi a tutti. Scopriamo quali sono le sue radici.

Giornata Internazionale dell’uomo: un evento recente

Rispetto a quella della donna che ha le sue origini nel 1909, a inizio secolo, la Giornata Internazionale dell’uomo ha origine molto più recenti. Infatti, l’International Men’s Day, fu celebrato per la prima volta nel 1991 ed era datato al 7 febbraio. Convertito poi successivamente al 19 di novembre da Jerome Teelucksinghe a Trinidad e Tobago. Fu poi istituito dall’ONU nel 1999, ed è iniziata a diffondersi a macchia d’olio, in quasi 60 paesi, arrivano in Italia nel 2013. Lo scopo è simile a quello della giornata internazionale della donna, ovvero quello di promuovere la parità di diritti e l’uguaglianza di genere.

Giornata Internazionale dell'uomo
Il 19 novembre è la Giornata Internazionale degli uomini

I pilastri e le finalità

Oltre alla finalità massima della parità di diritti, tra i pilastri di questa ricorrenza c’è la necessità della promozione del modello dell’uomo, ispirandosi non a persone note, famose e tendenzialmente stimate, ma soprattutto a persone modeste non note, lavoratori instancabili ed esempi onestà e correttezza. C’è la promozione del diritto riproduttivo dell’uomo, ovvero della scelta legittima di diventare o meno padre (quella che è chiamata rinuncia legale della paternità). Questo aspetto è solito vedere non attuato anche in Occidente.

Leggi anche -> Uomo, le caratteristiche da avere per essere quello giusto

Giornata Internazionale dell'uomo
Il 19 novembre è la Giornata Internazionale degli uomini

Leggi anche -> Il manuale del gentiluomo perfetto, come riconoscerlo

È un’occasione per ricordare e tenere memoria del contributo che il genere maschile ha fornito e fornisce, quotidianamente, alla salute, alla famiglia, all’infanzia, all’ambiente e alla comunità in genere. Riportare dignità e rispetto a delle categorie di lavoratori di uomini sotto stimati, discriminati, e l’obbiettivo di migliorare la salute dell’uomo e il suo status di benessere. Sembrano aspetti che verrebbero di conseguenza, ma in realtà, purtroppo, non è così. È una giornata che tende a tenere memoria di tutti quegli uomini in uno stato sociale di non-accettazione, che li hanno portati al suicidio, e l’intento è di arginare queste numeriche che, purtroppo, sono diventate elevate. Sarebbe bene quindi che questa ricorrenza fosse divulgata il più possibile, e che si possa estendere nelle coscienze di tutti. L’intento è anche e soprattutto, aiutare a non emarginare ragazzi disagiati, che rischiano di perdersi nella strada che li porta alla crescita e alla maturazione, su strade che non dovrebbero mai percorrere.