Appuntamento al buio: cos’è e come farlo funzionare

Quante volte, tanto nei film quanto nella televisione, sentiamo parlare di appuntamento al buio? Ma cos’è e come farlo funzionare?

Appuntamento al buio: cos’è e come farlo funzionare

Quando parliamo di appuntamento al buio ci riferiamo, di certo, a un tipo originale, diverso e particolare di incontro. Un po’ come se fosse un salto buio, un uscita nell’incognito: non si sa con chi si incontrerà, come, quando… ci si prepara per un qualcosa che non si sa come, e si spera che tutto vada bene. La parola chiave è solo una: ignoto! Non saprete l’età, l’aspetto, i gusti o le preferenze. Non saprete neanche che lavoro fa, o se studiato o se non fa semplicemente nulla. Tutte le informazioni di cui disporrete saranno un luogo e un’orario, e tanto vi dovrete far bastare. Il resto dovrà venire da solo.

Appuntamento al buio: cos’è e come farlo funzionare

Esistono vari tipi di appuntamenti al buio: quelli organizzati dagli amici, da qualche conoscenza in comune che è convinta voi siate perfetti l’uno per l’altra. E in questo non potete fare altro che fidarvi e lanciarvi senza protezioni in questa impresa. Un altro tipo è quello degli appuntamento online: conoscete una persona attraverso una chat, con la barriera indivisibili dello schermo. E per quanto parlerete e chatterete, il tanto fatidico momento dell’incontro sarà comunque un’incognita. Infine, vi sono anche gli appuntamenti organizzati da applicazioni, speed-date, eventi… e qui non potete fare altro che affidarvi alla sorte. 

Appuntamento al buio: cos’è e come farlo funzionare

Perché un appuntamento al buio funziona bisogna, innanzitutto, essere del tutto propensi nei suoi confronti. Non si può presentarsi a questo incontro di malavoglia o scettici nei confronti della persona che si andrà a incontrare. Il linguaggio del corpo è chiaro e l’altra persona, attenta a studiarci nei minimi dettagliati, non ci metterà che un secondo ad accorgersi del nostro malcontento. Quindi, fondamentale per la riuscita di questo incontro, è volerlo davvero: solo così sarete certi di averci messo tutto voi stessi per farlo andare bene, e nel caso non potrete recriminarvi nulla.

Altro aspetto fondamentale di un appuntamento al buio è la sincerità: niente bugie od omissioni. Quello che dovete fare è porre le migliori basi per un rapporto che potrebbe evolversi, e partire con delle menzogne non è il modo giusti. Certo, la tentazione di abbellirsi è forte, ma dovete resistere: ingigantire determinati aspetti della propria vita non servirà a nulla, soprattutto se poi un giorno potreste venire scoperti.

Leggi anche –> Bullismo mediatico e cyberbullismo: una piaga attuale da segnalare

Appuntamento al buio: cos’è e come farlo funzionare

Leggi anche –> Film: scene di sesso, come si girano: ecco i trucchi 

Preparatevi degli argomenti. Quando due persone non si conoscono, e in particolare se il contesto è quello di un appuntamento al buio, è altamente probabile che ci sia imbarazzo. Per evitare quindi l’insorgere di momenti vuoti, silenzi pesanti e un incontro lungo e pesante – ma soprattutto scomodo -, è meglio andare preparati. Non diciamo di prepararvi domande e risposte, ma semplicemente di portare qualche piccolo asso nella manica Argomenti bonus su cui poter fare affidamento in caso di silenzio: cosa si fa nella vita, i propri hobby…