14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Oggi, 14 Novembre, è la giornata blu: in questa giornata, a livello mondiale, si celebra la sensibilizzazione al diabete. Scopriamo di cosa si tratta e perché è importante.

14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Nella giornata di oggi, domenica 14 novembre, si celebra a livello internazionale una giornata molto importante e significativa. Definita “giornata blu”, è dedicata alla sensibilizzazione nei confronti di una specifica patologia: parliamo del diabete. Conosciuta anche come, in inglese, “World Diabetes Day”, si cerca in poche parole di accendere un po’ i riflettori su questa malattia sempre più diffusa, anche in tenere età, e di sintonizzare l’attenzione delle persone. Scopriamo come viene istituita, in cosa consiste e perché. 

14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Nella giornata di oggi, 14 Novembre, si celebra una maggiore sensibilità nei confronti di una patologia, il diabete. Ma perché proprio oggi? Questa ricorrenza mondiale è in concomitanza con la nascita di un fisiologo canadese, Frederick Grant Banting, che insieme a Charles Herbert Best scoprì l’insulina nel ventuno del secolo scorso. Si tratta certo di una scoperta significativa e fondamentale per la vita e la sopravvivenza delle persone affette da questa patologia: che rende, in poche parole, il diabete da una condizione mortale a un qualcosa di vivile, controllabile e tenibili sotto controllo.

14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Questa ricorrenza del 14 Novembre nasce nel novantuno dalla International Diabetes Federation e dall’Organizzazione mondiale della sanità. La ragione era semplice, ovvero l’aumento di diagnosi e di persone affette di diabete. Così facendo, attraverso questa celebrazione, si spera di poter rendere le persone molto più sensibili nei confronti di questa malattia. Ma anche e soprattutto spingere a una prevenzione, a non sottovalutare determinati sintomi e anche a non prendere sotto gamba questa diagnosi: il diabete, infatti, è una malattia che oggi giorno – grazie anche e in particolare all’insulina – non è più nociva e mortale come prima, ma non per questo può essere “ignorata” o ritenuta un qualcosa di poco conto.

14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Dobbiamo però aspettare il duemilasei perché l’Organizzazione delle Nazione Unite dichiari questa ricorrenza come un qualcosa di ufficiale per la salute e per la prevenzione, e il duemilasette per una celebrazione abitudinale. Ciò che è alla base e all’attenzione di queste attività, in questo preciso momento della storia, è quella di promuovere e migliorare quella che è la prevenzione e attenzione nei confronti della salute umana. Si vuole, infatti, permette un maggiore accesso e facilità verso le cure.

Leggi anche –> Come si comportano gli uomini quando non sono interessati

14 Novembre, giornata mondiale blu: sensibilizzazione al diabete

Leggi anche –>  Come lascia ogni segno zodiacale? – Parte 2 

Si invita quindi, per contrastare una patologia come il diabete, a seguire tutta una serie di accortezze necessarie per uno stile di vita più sano. Ad esempio, si raccomanda un regole esercizio fisico e soprattutto un’alimentazione sana che permetta così di variare con i propri alimenti così da non dover avere una dieta povera ma comunque idonea. In poche parole, si invita a controllarsi dagli eccessi ma non per questo limitarsi o privarsi. L’importante è conoscere il limite, sapere quando non oltrepassarlo e fare tutto ciò che è possibile per preservare la propria salute. Alcune regole fondamentali: limitare il fumo e sottoporsi a controlli medici regolari, evitare cibi ricchi di zuccheri e grassi ma soprattutto rendere la propria dieta ricca di frutta e verdura. In particolare quella “arancione”, che contiene molte fibre che regolano i livelli di zucchero nel sangue.