Come affrontare un colloquio di lavoro: consigli per fare buona impressione

Quali possono essere i piccoli trucchi o consigli, che possono tornarci utili su come affrontare un colloquio di lavoro nel modo corretto?

Come affrontare un colloquio
Come affrontare al meglio un colloquio di lavoro?

Un colloquio lavorativo è il momento in cui possiamo metterci in gioco, e mostrare la nostra vera personalità e utilizzarla a nostro favore, per poterci distinguerci dagli altri candidati. In questo modo, introducendo la vera natura di noi stessi, far sì che il titolare o le risorse umane ritengano idoneo il nostro profilo, alla posizione alla quale ci siamo presentanti. Ma come affrontare un colloquio di lavoro, dunque, nel miglior modo possibile?

Come affrontare un colloquio: controllare l’ansia

Un aspetto molto comune a chiunque si presenta per una posizione di lavoro, e deve essere esaminato, è il presentarsi dell’ansia. A quelli più ansiosi, addirittura, potrebbe presentarsi la sera prima del colloquio, tanto da compromettere il proprio sonno e un buon controllo sulla propria persona. Bisogna cercare di gestire la tensione, soprattutto per non dare al corpo segnali di disagio durante il colloquio. Quindi la parola d’ordine è: calma. Lo stress non vi aiuterà. Presentatevi con il vostro materiale, curriculum compreso, anche se lo avete già inviato via mail. Una scelta corretta dell’abbigliamento deve essere fatta anche in base all’azienda presso la quale stiamo andando a candidarci. Cercare di comprendere il mood aziendale, infatti, è essenziale e può mettere a suo agio chi ci esaminerà. Inoltre, è bene ottenere quante più informazioni dettagliate sull’azienda e il posto per il quale ci presenteremo, affinché possiamo essere pronti a intervenire su più aspetti.

Come affrontare un colloquio
Come affrontare al meglio un colloquio di lavoro?

Non cantartela troppo

Una delle caratteristiche principali è la puntualità. Ma puntuali non vuol dire però arrivare mezz’ora prima all’appuntamento, potrebbe essere un indice di ansia. Ma arrivare a ridosso dell’orario dell’interview, senza sforare, con il massimo della precisione. Un grosso errore però, potrebbe essere anche quello di suonarsela e cantarsela troppo. È un bene, attenzione, fare leva sulle proprie skills, e provare a indirizzare il colloquio su di esse, ma senza apparire mai spocchiosi, troppo sfacciati del tipo “so tutto io”. Potrebbe apparire un atteggiamento arrogante. Incisivi si, e anche decisi, ma senza eccedere. Potrebbe dar fastidio.

Leggi anche -> Come diventare più reattivi e tempestivi sul lavoro (e non solo)

Come affrontare un colloquio
Come affrontare al meglio un colloquio di lavoro?

Leggi anche -> Postazione di lavoro a casa: piccoli trucchetti per avere uno spazio ideale

Essere sinceri, ma non troppo, è un’altra chiave fondamentale. Giochiamo a carte semi scoperte, non diamo subito in pasto tutti i nostri aspetti. E cerchiamo di affrontare il confronto con il massimo della trasparenza e pacatezza, rispondendo a tono alle domande anche più difficili, senza mai tirarci indietro o mostrarsi sempre accondiscendenti. E credere in quello che si dice, l’autostima passa anche nel tono e nel modo in cui si esprime un concetto. State tranquilli, rilassatevi e godetevi il momento per mettere in gioco voi stessi.