Un vizio per ogni segno zodiacale – Parte 1

A ognuno il suo: da i più consapevoli, a quelli più nascosti. Scopriamo ora insieme qual è il vizio più rappresentativo di ogni segno zodiacale. 

Un vizio per ogni segno zodiacale – Parte 1

Tutti i segni, vuoi per il giorno in cui sono nati, vuoi per l’influenza di astri e pianeti, si presentano diversi gli uni dagli altri. Ogni segno ha infatti delle caratteristiche, dei difetti e delle qualità: alcuni sono più affini, altri meno. Ma, allo stesso tempo, ogni segno ha un vizio principale con cui, volente o nolente, deve imparare a convivere. E che, soprattutto, le persone che lo amano devono accettare di buon grado. Scopriamo ora quali sono i principali vizi distintivi di ognuno dei segni dello zodiaco. 

Un vizio per ogni segno zodiacale – Parte 1

Ariete (21 marzo-20 aprile)

Iniziamo col primo vizio dello zodiaco: i nati sotto il segno dell’Ariete, infatti, sono estremamente egoisti. Che lo facciano di proposito o meno, non possono fare a meno di pensare a sé stessi. Ogni loro azione, pensiero o discorso è infatti volta a cercare la maggiore e migliore convenienza per loro. Guai però a farglielo notare, gli Ariete infatti non amano ammettere difetti o mancanze e infatti negheranno fino alla fine.

Un vizio per ogni segno zodiacale – Parte 1

Toro (21 aprile – 20 maggio)

I nati sotto il segno del Toro sono persone estremamente emotivo e che si lasciano trascinare dal momento. Amano la compagnia ma allo stesso tempo rischiano di diventare eccessivamente appiccicosi con chi li circonda. Il loro maggiore vizio è il peccato di gola: davanti a una buona tavola, infatti, non riescono mai a dire di no. Figuriamoci davanti all’evenienza di dover condividere il loro cibo con altre persone. Di fondo, infatti, sono persone molto possessive: sia con le relazioni che con gli alimenti. 

Gemelli (21 maggio – 21 giugno)

I nati sotto il segno dei Gemelli sono le tipiche persone che amano andare d’accordo con tutti, circondarsi delle persona e della compagnia “giusta”, e che soprattutto cercano sempre di evitare le liti. Il loro vizio peggiore, proprio per questo, è la non chiarezza: pur di non doversi mai schierare, infatti, rischiano spesso di apparire come dei doppiogiochisti, che cambiano versione in base alle situazione e alle persone che si trovano davanti. Attenti a fidarvi di loro, non saprete mai dove e come le vostre dichiarazioni arriveranno ad altri.

Cancro (22 giugno – 22 luglio)

Leggi anche –> Decidere di andare a vivere da soli: tutti i pro e i contro

Attenti a riporre la vostra e lealtà nei nati del segno del Cancro. Sebbene a un primo sguardo possano sembrare dei veri agnellini, in realtà nascondono una vera anima da vipere. Agiscono molto in base a una loro personale moralità, che molto spesso differisce da quella di comune accordo. Ma soprattutto, attenti a non fidarvi di promesse e giuramenti che provengono da loro: sono molto inclini all’inganno, e cercano sempre la situazione che per loro risulta più conveniente. Probabilmente, non i Cancro non sono le persone migliori per elargire confidenze e segreti.

Leone (23 luglio – 22 agosto)

Egocentrici e impulsivi, i nati sotto il segno del Leone hanno un unico grande vizio: il narcisismo. Amano, infatti, essere sotto i riflettori e al centro della scena, e non si fanno problemi se per raggiungere la notorietà dovranno calpestare qualche piede. Non prendete a male la vanesia con cui sembrano vivere le loro giornate, in realtà nascondono solo un gran bisogno e desiderio di essere amati e accettati. Ma soprattutto, attenti a non ferire il loro orgoglio o potrebbero non perdonarvi mai.

Un vizio per ogni segno zodiacale – Parte 1

Leggi anche –> Brufoli, gli errori da evitare in caso di acne

Vergine (23 agosto – 22 settembre) 

I nati sotto il segno della Vergine sono persone molto fredde e analitiche: sembrano ragionare e agire sempre con la mente e mai con il cuore. Proprio per questo, non sempre sono in grado di valutare la componente emotiva di una relazione e di un rapporto. Il loro vizio più grande è quello di infilarsi sempre, senza mai imparare, in relazione definite “tossiche” e che non possono apportare migliorie alla loro persona. Che questo nasconda un lato insicuro del loro carattere è certo, che però siano recidivi lo è ancora di più.