Come diventare più reattivi e tempestivi sul lavoro (e non solo)

Per diventare più tempestivi e non cadere in uno stato di stress da lavoro, bisogna saper gestire se stessi: ecco quali sono gli accorgimenti da seguire

diventare più tempestivi
Come bisogna fare per diventare più tempestivi

Tra accumulo di lavoro, scadenze, stare sempre pronti sul pezzo, si cade spesso in uno stato di stress. Troppo lavoro, poco tempo ma come fare? Quando si verificano certe situazioni, si parla spesso di esaurimento o born out   È davvero importante riuscire a gestire se stessi, ma soprattutto organizzare un piano per essere sempre pronti in caso di emergenza o non lasciarsi il lavoro arretrato. È fondamentale inoltre che ci sia riposo e che si stilino delle priorità. Ci sono una serie di accorgimenti da mettere in pratica per diventare più reattivi e soprattutto tempestivi sul lavoro,  ma anche nella vita.

Come diventare più tempestivi sul lavoro

Quando si mette a punto un progetto o quando siamo sommersi di lavoro in ufficio e non sappiamo come uscirne, bisogna fare un respiro profondo e agire con una serie di accorgimenti, che possono diventare realmente preziosi per la gestione dei compiti sia a lavoro che nella quotidianità.

diventare più tempestivi
Come bisogna fare per diventare più tempestivi

Fai un piano

Pianifica il lavoro, le urgenze e le scadenze. Per diventare pronti e reattivi sul lavoro, bisogna organizzare e pianificare meticolosamente ogni punto che dovrete affrontare durante la giornata lavorativa. Organizza un piano di lavoro e rispettalo. Questo però deve essere concreto e coerente e deve comprendere anche momenti di riposo, e pause altrimenti si rischia di impazzire. Deve comprendere le priorità, le emergenze e le scadenze, in modo da essere sempre pronto a possibili imprevista.

Leggi anche-> Che cos’è il Winter Blues: la cosiddetta tristezza stagionale

Fissa le tempistiche

Una volta che hai organizzato il piano, devi capire la cosa più importante, ovvero il tempo di cui hai bisogno per gestirlo al meglio. Quindi cerca di essere lungimirante, affida ad ogni punto un tempo, in base anche all’impegno che quel determinato compito richiede. Quindi cerca di capire, per ogni incarico quante ore ci vogliono. Siccome si tratta esclusivamente di una stima, potrebbe anche non essere giusta. Per non andare nel panico, quindi, sarebbe meglio aggiungere una piccola percentuale ad ogni stima di tempo. In ogni caso ti servirà per prenderti un piccolo break per te.

diventare più tempestivi
Come bisogna fare per diventare più tempestivi

Leggi anche-> Stress da lavoro? Ecco come capire se avete bisogno di una pausa

Cerca di non procrastinare

Per essere non solo più pronti e tempestivi, ma anche più produttivi, bisogna smettere di procrastinare. Non bisogna rimandare a domani ciò che si può fare oggi, ma soprattutto quello che si deve fare oggi. Stilare le priorità ma soprattutto rispettare una linea del tempo con le rispettive deadline è davvero fondamentale per non lasciarsi trovare impreparati o rischiare dei complain. Quando c’è qualcosa che non ti va di fare o pensi che sia semplice da recuperare e quindi facile da rimandare, è sbagliato. Quello che ti spetta fare oggi, fallo. Non rimandare e togliti il pensiero.