Postazione di lavoro a casa: piccoli trucchetti per avere uno spazio ideale

Con lo smart working ancora presente, come è possibile organizzare una buona postazione di lavoro a casa? Scopriamo piccoli trucchetti

Postazione di lavoro a casa
Flattening the curve: a happy woman sitting at home and talking to her friends or colleagues in a meeting using her laptop computer

Nonostante tante aziende abbiano riaperto all’accesso in ufficio ai propri dipendenti, esiste ancora una grossa fetta di lavoratori che continuano a lavorare in smart working. Tra chi ancora lavora e lavorerà da casa, e chi va in ufficio saltuariamente, è bene avere una buona postazione di lavoro a casa. Scopriamo come ritagliarci lo spazio ideale.

Postazione di lavoro a casa: soluzioni rapide

Se non abbiamo a disposizione una stanza apposita da utilizzare come studio personale, bisogna un po’ ingegnarsi per trovare una soluzione comoda, che non sottragga troppo spazio, e anche da utilizzare all’occorrenza. Innanzitutto, le basi sono avere una scrivania o uno scrittoio, una lampada (anche di quelle portatili a ricarica) e una buona sedia. E il gioco potrebbe sembrare fatto, ma bisogna fare i conti con lo spazio. Ecco di seguito alcune soluzioni comode e anche economiche: la prima è procurarsi un asse di legno da utilizzare come scrittoio, e due cavalletti. Il montaggio e smontaggio rapido, permette di avere una soluzione a portata di mano come scrivania, e smontarla velocemente nel momento in cui si necessita di altro spazio.

Postazione a scomparsa

Un’ottima soluzione può essere un piano richiudibile. Ancorando saldamente al muro un piano da poter richiudere e tirare su all’occorrenza, tenendolo sostenuto con ganci/ferri o cavalletti, ed ecco che la soluzione è a portata di mano, rapidamente e con un dispendio economico contenuto.

Leggi anche -> Stress da lavoro? Ecco come capire se avete bisogno di una pausa

Postazione di lavoro a casa
Come ricavarsi lo spazio ideale per lavorare da casa

Leggi anche -> Quali sono gli atteggiamenti tossici che possono compromettere il tuo lavoro

È possibile optare anche per un ufficio armadio, a scomparsa da utilizzare nei momenti di estremo bisogno. Oppure di allestire in camera da letto un piccolo studio, ma lì si rischia di fare un po’ di confusione, a differenza invece di avere un letto a castello da utilizzare come postazione. Sopra per dormire, e sotto ricavarne lo spazio per la postazione lavoro. Oppure relegarsi in salotto o in cucina, purtroppo con cavi al seguito. La vita da smart workers, insomma, non è molto semplice se si combatte con gli impicci casalinghi. Ricavarsi un proprio spazio, aiuterà la produttività, in un ambiente casalingo che rischia di assopirci.