Festa di Ognissanti: le origini della festività di inizio novembre

La Festa di Ognissanti ricade ogni 1 novembre: scopriamo a quando risale questa festività di commemorazione, e quando fu istituita

Festa di Ognissanti
Origini delle festività di inizio novembre

La festività del primo novembre, di Ognissanti, ha radici molto antiche e di matrice celtica. È indetta la festa nazionale, seguita immediatamente dal giorno della commemorazione dei defunti, del 2 di novembre.

La festa di Ognissanti: risale almeno al IV secolo

La commemorazione dei Martiri, o Solennità di tutti i Santi è una festa di precetto nella Chiesa Cattolica. Le prime commemorazioni risalgono alla domenica successiva alla Pentecoste, ad Antiochia. Inizialmente, la sua ricaduta era nel periodo tra la fine di ottobre e inizio novembre. La festività fu poi istituita sotto papa Gregorio IV, nell’840 dalla Chiesa Cattolica, tra il 31 ottobre e il primo di novembre. La festività è estesa in tutto il mondo, addirittura in alcuni paesi, ad esempio il Messico, i santi (e il giorno successivo i morti) venivano celebrati in maniera talmente viscerale, riesumando anche i resti dei cari estinti, facendosi fotografare con loro in bella posa (un po’ come nel film Disney “Coco”, per chi lo avesse visto).

La successiva commemorazione dei defunti

Ogn’anno, il due novembre, c’è l’usanza, per i defunti andare al Cimitero. Ognuno ll’adda fà chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero“. Questi i versi della celebre “A’Livella” del mai dimenticato Antonio De Curtis, Totò. Ed effettivamente, è proprio così. Il due di novembre c’è la commemorazione dei defunti, immediatamente dopo la festa di Ognisstanti,datata intorno al 998.

Leggi anche -> Dolcetto o scherzetto? Le ricette mostruose da fare ad Halloween

Festa di Ognissanti
Origini delle festività di inizio novembre

Leggi anche -> La tradizione del torrone: dove è diffusa e come si prepara

Infatti dopo i vespri del primo novembre, l’abate benedettino sant’Odilone di Cluny, stabilendo che il giorno successivo, l’eucarestia sarebbe stata offerta proprio alla memoria dei defunti. Questa usanza partì dalla Chiesa Latina, successivamente estesa alla Chiesa Cattolica. Festività (a calendario nazionale solo quella del primo novembre) che nel corso del tempo, come spesso capita, sono state molto strumentalizzate ai fini commerciali, facendo un po’ appassire il senso originale della celebrazione. Un senso che non andrebbe mai perso, e mai dimenticato.