I metodi di studio più diffusi: il vostro qual è?

E voi, lo avete un metodo di studio prediletto e che ormai vi accompagna da anni? Scopriamo insieme quanti ne esistono e quali i più diffusi.

I metodi di studio più diffusi: il vostro qual è?

Passiamo gran parte della nostra vita a studiare, chini sui libri e con la testa affollata di teoremi, formule, spiegazioni e letterature da dover fare nostri e ripetere durante una verifica o interrogazione: a ognuno il proprio studio e un  metodo di studio diverso in base alla persona. Ma quali sono le tecniche più diffuse?

I metodi di studio più diffusi: il vostro qual è?

Forse neanche lo sapete o probabilmente non vi importa: ma oltre al vostro metodo di studio ne esistono altri centinaia, se non migliaia. Siete sicuri che il vostro sia il più efficace? Ora, scopriamo insieme quali sono i metodi più diffusi tra gli studenti di questi ultimi anni: chissà che non scopriate uno studio più appropriato o congeniale a voi rispetto a quello che usate attualmente.

I metodi di studio più diffusi: il vostro qual è?

Il primo metodo, infallibile per molti e certamente intramontabile, è quello dei riassunti: utili per rielaborare il discorso del libro o del professore, sono anche di immenso aiuto agli studenti per diminuire le infine pagine di studio che sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio. Ovviamente, non tutti possono approcciarsi a questa tecnica di studio: per saper studiare sui riassunti, si deve prima saper fare un riassunto che riesca a stringere al massimo i contenuto senza però tralasciando elementi o concetti fondamentali. Simile ai riassunti, ma di ben altro stampo, è lo studio che prevede la realizzazione e consultazione di schemi: l’idea alla base è la stessa dei riassunti, con la differenza che non si viene a creare un discorso da “memorizzare” ma delle semplici informazioni che potrebbero sollecitarci la memoria. Sono le cosiddette mappe concettuali: adatte per coloro che hanno una memoria schematica e a cui una singola parola è sufficiente per sbloccare un’intero argomento o definito. Parliamo, in poche parole, delle parole-chiave.

Leggi anche –> Il più geloso tra i segni zodicali, scopriamolo insieme

Un altro metodo di studio efficiente per molti è quello un po’ più standard: quello che, in poche parole, prevedere la lettura e la ripetizione volta per volta degli argomenti studiati. Così facendo si cercherà di rendere sin da subito la nostra mente pronta ed elastica verso i contenuti o la materia in questione. Tuttavia, leggere e ripetere in modo mnemonico o meccanico non è sufficiente: perché questa tecnica risulti realmente efficace, dovete realmente capire quello che leggere, interiorizzarlo e farlo vostro.

I metodi di studio più diffusi: il vostro qual è?

Leggi anche –> Dating online: la nuova frontiera dell’amore, tra siti e app

Infine, l’ultimo metodo molto in voga è quello delle registrazione: consiste nel riascoltare le lezioni e trascriverle parola per parole in quelle che vengono chiamate “sbobine”. Così facendo, si potrà sviluppare un’idea più chiara di ciò che viene detto a lezione e soprattutto si potranno confrontare le informazioni del prof con quelle del libro. Forse, tra tutte, è anche quella meno veloce ma che porta con se sicuramente degli ottimi frutti. Molti insegnanti, infatti, rimangono piacevolmente sorpresi nel vedere integrate anche le loro spiegazioni.