Dimmi come sottolineare e dirò chi sei: matita o evidenziatori?

E voi, quale tecnica usate per sottolineare? Prediligete l’uso della matita o di evidenziatori dai colori diversi per le diverse parti?

Dimmi come sottolineare e dirò chi sei: matita o evidenziatori?

E voi, che metodo usate per studiare e soprattutto sottolineare gli argomenti di studio? Il mondo degli studenti, in proposito, si divide in due fazioni ben precise: quelli che, per sottolineare, si avvalgono dell’unico aiuto di una matita e mettono in risalto il minimo indispensabile; e colore che sono governati dal caos, con almeno dieci evidenziatori di colore diverso e nessuna logica dietro le loro frasi evidenziate. Diteci che modo di sottolineare preferite e vi diremo come siete. 

Dimmi come sottolineare e dirò chi sei: matita o evidenziatori?

A MATITA

Se quando studiate, prediligete un metodo che prevede di sottolineare con la matita e solo i concetti chiavi, allora nella vita di tutti i giorni siete persone estremamente metodiche e analitiche. Non avete bisogno di eccessive distrazioni né uscite fuori dall’ordinario. Vi piace che tutto rimanga proprio come l’avete pensato, previsto e organizzato voi stessi, e non accetti con tanta facilità un cambio di programma improvviso. Nella vita di tutti i giorni, così come nello studio, siete persone fondamentalmente schematica: non vi ponete troppe domande e andate dritti per la vostra strada.

Dimmi come sottolineare e dirò chi sei: matita o evidenziatori?

Proprio per questo motivo, anche nell’utilizzo dei libri scolastici o universitari, vi lasciate poco andare: le parole che avete bisogno di mettere in risalto sono poche e in modo sobrio, proprio per questo vi avvalete dell’unico aiuto di una matita… e lì dove riuscite, e siete abili, cercate di fare le sottolineature più dritte e leggere che riuscite a creare. Questa modalità di sottolineare le cose, probabilmente, evidenzia da parte vostra un atteggiamento spesso rigido nell’affrontare la vita. Nonostante ciò, raramente date ascolto alle parole degli altri: le cose sono così le vedete e le volete voi, e niente o nessuno sarà capace di farvi cambiare idea.

A COLORI 

Il caos è il vostro migliore amico e avete dimenticato l’ultima volta in cui siete riusciti a prendere degli appunti sistematici, ordinati e precisi durante una lezione: piuttosto, voi siete i tipici studenti alla rinfusa. Se non fate almeno due copie in bella, i vostri appunti non saranno mai leggibili o comprensibili neanche a voi stessi… figuriamoci poterli prestare a un amico o un compagno di studio. Non avete uno schema mentale preciso, né una tecnica di studio preciso: scrivete le cose un po’ alla rinfusa, e molto spesso fate asterischi che riuscite a completare solo dopo dieci pagine di scarabocchi. Sottolineare? Solo se potete usare mille colori diverse. Molto spesso nel vostro sottolineare i paragrafi di studio non vi è una vera logica: colorate tutta la pagina senza una regola precisa, alternando i colori in base a come il vostro occhio preferisce.

Leggi anche –> Qual è il cane ideale per ogni segno zodiacale: ad ogni segno la sua razza

Dimmi come sottolineare e dirò chi sei: matita o evidenziatori?

Leggi anche –> Tipi di borse che non possono mancare nell’armadio

Nella vita di tutti i giorni siete persone estremamente curiose, creative e moleste: il rumore è il vostro compagno fedele di avventure e prima di riuscire a concentrarvi su una pagina di studio, dovrete passare almeno due ore a cantare e ballare, e urlare in giro per la casa. La precisione non sapete esattamente dove si trova, né avete mai preso in considerazione la possibilità di potervi creare una tabella di marcia per lo studio: no, voi piuttosto andate un po’ come va il vento in quella specifica giornata. Nonostante la distrazione e il caos di fondo che portate con voi, siete persone estremamente di cuore e insicure: proprio per questo non esiterete un attimo a studiare dagli appunti di altri piuttosto che i vostri, convinti che non siano stati presi bene.