Bomboniera, come nasce e perché si regala

Vi siete mai chiesti perché alle celebrazioni il o i festeggiati hanno l’abitudine di regalare una bomboniera agli invitati? Da dove nasce questa usanza e perché?

Bomboniera, come nasce e perché si regala

Vi siete mai chiesti perché durante le celebrazioni, sempre di più, si diffonde l’usanza della bomboniera? Dai più sobri – che si limitano a qualche confetti in una bustina elegante e ricercata – ai più appariscenti – che organizzano e creano dei veri e propri regali, spesso fatti fare a mano -, perché nessuno riesce mai ad andarsene da una festa senza l’immancabile bomboniera?

Bomboniera, come nasce

Il regalo di una bomboniera in relazione a una celebrazione – nascita, comunione, matrimonio, laurea… – ha origini molto antiche e pone le sue basi nelle credenze e, in particolare, nella superstizione: sebbene questo aspetto del gesto sia oggi molto sottovaluto, essendo entrato a far parte dell’uso comune e della nostra cultura, in realtà ha un peso non indifferente nella creazione di questa usanza.

Bomboniera, come nasce e perché si regala

Le origini, come già detto, risalgono a molti anni e secoli addietro, più precisamente all’Antica Roma: in questo caso, tuttavia, erano gli invitati a portare in dono i confetti per lanciarsi addosso agli sposi in segno di fertilità. Risale, invece, al Medioevo e alla tradizione francese l’abbinamento dei confetti a dei piccoli pensieri – che col tempo si sono evoluti fino agli attuali regalini. Chiaramente oggi la bomboniera si è evoluta e non poco, e dai semplici confetti si è passati a dei veri e propri regalini in base alla celebrazione e alle disponibilità economiche: importante, però, è che i confetti non devono mai – per nessuna ragione – mancare. 

Leggi anche –> Di cosa parlare con una ragazza: gli argomenti giusti per fare colpo

Bomboniera, perché si regala

Ma, nello specifico, perché si regala la bomboniera e cosa rappresenta? Come abbiamo detto prima, ai tempi dell’Antica Roma l’usanza della bomboniera rispecchiava un augurio di fertilità e felicità. Tuttavia, col tempo, questo costume si è esteso non solo ai matrimoni, ma anche ad altre celebrazioni: comunioni, battesimi, lauree e diciottesimi. Rappresenta insieme sia un ringraziamento per la partecipazione alla festa organizzata che un auguro che i festeggiati fanno ai loro invitati.

Bomboniera, come nasce e perché si regala

Leggi anche –> Gesti scaramantici, quali i più diffusi e celebri 

Importante, come sempre, è il ruolo ricoperto dai confetti nelle bomboniere e in particolare dal loro numero: cinque confetti rappresentano augurio di salute, fertilità e lunga vita; tre confetti simboleggiano la coppia e il primo figlio; infine uno rappresenta l’unione di coppia. In ogni caso, il simbolo che si vuole trasmettere è sempre lo stesso: è un modo da parte di chi festeggia e organizza per inviare un pensiero ai suoi invitati.